top lacantinella

Osteria La Cantinella
Via Acqua gelata, 4/a - 12060 Barolo (Cn)
Tel. 0173/56267
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Data Apertura: 15/04/1995
Proprietà: Cravero Nella

INFORMAZIONI

Giorno di chiusura: Lunedì sera e martedì (in ottobre aperto anche il lunedì sera)
Periodo di Ferie: Agosto e Gennaio

Numero di coperti: 35 e 25 all’esterno
Lingue: Francese e Inglese
Piatti tipici: Acciughe al verde, risotto al barolo, salsiccia al vino, brasato.

Prezzo medio: 30 €
Pagamento con carta di credito: Si

Collocazione: in pieno centro storico, all’imbocco di Via Acqua Gelata che da Piazza Colbert, dove si può comodamente parcheggiare, porta sino al Castello.

 

NOVITA'

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris malesuada justo eget vestibulum sagittis. Suspendisse tristique justo a eros consectetur, non malesuada ante fringilla. Praesent id dictum dolor. Pellentesque ut risus tincidunt, ullamcorper neque ac, vehicula urna. Aenean non consectetur libero, vitae sollicitudin arcu. Etiam id lacinia nunc. Pellentesque aliquam vel leo ac pulvinar. Nullam ut molestie justo. Mauris orci nibh, blandit ullamcorper mi vel, pharetra malesuada augue. Donec non metus ex. Maecenas posuere enim sit amet ornare eleifend. Proin ante orci, tincidunt at libero ut, convallis egestas arcu. Sed euismod turpis sed viverra porta.

Il turista goloso che viene in visita a Barolo ha oggi, rispetto al recente passato, molte più possibilità di gustare i piatti tipici della tradizione gastronomica langarola e di poterli apprezzare anche secondo una formula più rilassata che tende a mettere il cliente a proprio agio, specie se è la prima volta che capita da queste parti (ma qui si parlano il francese e l’inglese) e non ha particolare dimestichezza con un lessico scandito da parole come tajarin, agnolotti del plin, bagna cauda e panna cotta.
Uno dei locali classici a Barolo, anche se ha solo nove anni di storia, essendo stato aperto nell’aprile del 1995, è la Cantinella, creata da Nella Cravero, barolese purosangue, che adattando gli ambienti di una casa privata ha dapprima dato vita ad una osteria – vineria a base di vino e piatti casalinghi, e poi, quando il consenso è arrivato ha avuto l’ambizione di migliorare la proposta trasformando la trattoria in un ristorante vero e proprio. Con tanto di menu, carta dei vini e cucina canonica, sempre basata, va da sé, sulle fantastiche materie prime e sui piatti del territorio della Langa albese.
Oggi la Cantinella, dove accanto a Nella, responsabile della cucina e del servizio in sala agiscono giovani collaboratori e la figlia, propone ai suoi clienti, che possono scegliere se pranzare all’interno, in un ambiente con alte volte e mattoni, che può accogliere 35-40 persone, oppure, nella bella stagione, nel dehors con 25 posti che guarda verso il Castello, non uno solo ma ben due menu.
Il primo, del “buongustaio”, il secondo, della “buona forchetta”, con la classica scelta tra antipasto, primo secondo, formaggi e dessert, e quindi la carta dove pescare i piatti che maggiormente stuzzicano la fantasia e si sposano ad una carta dei vini ben fornita dove naturalmente domina il Barolo (con ampia gamma di produttori di Barolo paese, e di annate, a ritroso sino al 1990) e dove non mancano altri vini, Dolcetto e Barbera d’Alba su tutti, a completare l’offerta.
La Cantinella ha scelto di non proporre vini a bicchiere, ma nella carta dei vini è compresa un’intera pagina di mezze bottiglie, adatte a soddisfare le esigenze di chi preferisce bere meno, ma ugualmente nel segno della qualità.
La cucina, con materie prime selezionate e sinché è possibile tutto fatto in casa (le paste, ovviamente, tirate a mano e con il giusto numero di uova abbinate alla farina, ma anche i dolci), è quella classica del territorio, con alcune specialità che non possono mancare nel menu, come risotto al barolo, salsiccia al vino e brasato.