vino-veritas.png

clicca sulla locandina per ingrandirla
 
 
 
 
Comunicato stampa


In Vino Veritas

I produttori di Barolo
nelle fotografie di Danilo Mauro Malatesta

Una pubblicazione dell’Associazione Giulia Falletti di Barolo
per il cinquantenario dell’acquisto del Castello Falletti da parte del
Comune di Barolo (1970-2020)

 

Barolo, estate 2019 – Con il diluvio contemporaneo di immagini digitali che scorrono sugli schermi dei nostri cellulari e tablet, le fotografie sono diventate ormai impalpabili, effimere, troppe. A questa tendenza, che pare inarrestabile, il fotografo e regista Danilo Mauro Malatesta oppone il monito di Orazio “affogare nel vino gli affanni”, e concedersi il proprio tempo, tornando alla consistenza materiale delle immagini.


Il monito, che rimanda al frutto di Bacco, ha condotto l’artista nelle terre del nobile Nebbiolo: vitigno di grandi denominazioni italiane di vini austeri e longevi, che con il tempo acquistano complessità e fascino. Con l’inedito progetto fotografico “In Vino Veritas”, Malatesta racconta una delle eccellenze piemontesi: quella della produzione del vino Barolo nell’omonimo borgo, immortalando ventidue produttori di vino, con ritratti unici e irripetibili.


Il progetto fotografico, finanziato per la maggior parte dai produttori stessi, ha avuto luogo nel paese di Barolo durante ventidue giornate nell’estate del 2019: ogni cantina, per un giorno, è diventata un set fotografico affascinante e misterioso, un laboratorio d’arte di fine Ottocento dove l’artista ha fotografato i protagonisti con copricapi d’epoca o surreal-punk, oggetti enologici, e non solo.


Nelle intenzioni del fotografo e dell’Associazione Culturale Giulia Falletti di Barolo che ha promosso il progetto, Malatesta ha ripercorso le orme del leggendario fotografo portalettere barolese Lorenzo Foglio, che a inizio ‘900 ha fotografato l’umanità e gli accadimenti del luogo, lasciando un’eredità preziosa e significativa di lastre di vetro.

 
 I ritratti di Malatesta sono stati realizzati con la rarissima tecnica ottocentesca del Wet Plate Collodium (ambrotipia), con la quale il vetro delle lastre 26x36 è preparato con il collodio umido e poi sensibilizzato con ioduri d’argento, per essere così immediatamente lavorato in camera oscura. Se ne ottengono immagini uniche e straordinarie per la ricchezza dei toni e per l’incredibile effetto tridimensionalità. Quelli di “In Vino Veritas” sono ritratti diversi e particolarissimi - scherzosi e inconsueti, rispetto a quelli che vediamo nel panorama enoico.

 
La collezione dei ritratti sarà in futuro protagonista di una esposizione nelle Langhe, accanto ad alcune fotografie di Lorenzo Foglio: l’umanità dello stesso luogo, immortalata da due diversi fotografi vissuti a distanza di un secolo, che si servono della stessa tecnica fotografica.


Il catalogo, a cura di Donatella Arione ed edito da Ceribelli Editore, è stato realizzato con il contributo della Banca d’Alba. E’ disponibile all’acquisto presso la Libreria La Torre di Alba al prezzo di 10 euro. La Cooperativa libraria effettua vendita diretta, e anche spedizioni.

 
Libreria La Torre
via Vittorio Emanuele II, 19/A
12051 Alba
Telefono 017333658

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.