Sandrone Luciano Az. Agr.
Via Pugnane, 4 -12060 Barolo (Cn)
Tel. 0173/560023 - Fax: 0173/560907
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: www.sandroneluciano.com

Anno di fondazione: 1978 Proprietà: Luciano, Luca, Barbara

INFORMAZIONI

Ettari vitati complessivi: 27
Ettari vitati a Nebbiolo da Barolo: 9.6
Nome dei vigneti : Cannubi Boschis,Vignane, Baudana, Villero, Merli 
Età dei vigneti: 27-30
Possibilità di visite in azienda: NO
Vendita diretta in azienda: NO

Collocazione dell'azienda:
ai piedi della collina dei Cannubi, imboccando la strada secondaria Via Pugnane

 

 

NOVITA'

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris malesuada justo eget vestibulum sagittis. Suspendisse tristique justo a eros consectetur, non malesuada ante fringilla. Praesent id dictum dolor. Pellentesque ut risus tincidunt, ullamcorper neque ac, vehicula urna. Aenean non consectetur libero, vitae sollicitudin arcu.

Vini prodotti: Barolo Cannubi Boschis, Barolo Le Vigne, Valmaggiore Nebbiolo d'Alba, Barbera d'Alba, Dolcetto d'Alba
Barolo prodotti e numero bottiglie: 27.000 bt.
Prima annata di produzione di Barolo: 1978
Ne è passato di tempo, da quando nel 1981, con la comprensibile trepidazione dell’esordiente, che dopo aver lavorato per anni come dipendente, cantiniere in una celebre cantina di Barolo, per la prima volta, dopo essersi messo in proprio e aver acquistato il primo vigneto, sulla collina Cannubi, Luciano Sandrone si presentò, al Vinitaly, facendosi forza con le prime 1500 bottiglie di Barolo prodotte.
Trascorsi oltre trent’anni e, supportato dal fratello Luca, enologo di formazione, che cura in prima persona (con la consulenza del winemaker Mario Ronco) tutta la parte relativa alle vinificazioni e agli affinamenti dei 5 vini prodotti (Barolo Cannubi Boschis, Barolo Le Vigne, Valmaggiore Nebbiolo d'Alba, Barbera d'Alba, Dolcetto d'Alba), Luciano Sandrone, e di conseguenza la sua azienda agricola, che oggi comprende 27 ettari vitati, di età media variante dai 27 ai 30 anni, di cui 9.6 a Nebbiolo da Barolo, è diventata una realtà universalmente conosciuta. E una griffe prestigiosa, che vede le circa 100.000 bottiglie mediamente prodotte distribuite in tutto il mondo.
Merito dei vigneti, che quando si chiamano Vignane, Villero, Baudana, Merli e soprattutto Cannubi Boschis (già citato dal Fantini nella sua celeberrima Monografia sulla viticoltura ed enologia della provincia di Cuneo, come zona particolarmente vocata), che fin dalla prima uscita, con l’annata 1985, si è affermato come un Barolo nuovo stile di riferimento, ottenuto dai 2 ettari di proprietà, costituiscono delle autentiche garanzie.
Sostenitori di uno stile che potremmo definire modernamente tradizionale e tradizionalmente moderno, che prevede per i Barolo vinificazioni di media lunghezza e affinamenti, che valgono anche per Barbera e Nebbiolo, in tonneau, di rovere francese, ospitati nella nuova ampia cantina, costruita nel '98 ai piedi della collina Cannubi, attrezzata tecnicamente nel migliore dei modi, Luciano e Luca Sandrone restano i sostenitori di un’idea di Barolo che sappia abbinare la struttura importante, la ricchezza di frutto, alla godibilità piena da giovane, e alla ricchezza di sfumature con l’invecchiamento.
Queste caratteristiche si riscontrano nel Barolo Cannubi Boschis, cru da uve provenienti dalla sottozona Cannubi, in Barolo, ma anche nel Barolo Le Vigne, una cuvée che nasce dall'incontro tra diversi vigneti di Nebbiolo, ognuno dei quali conferisce al vino caratteristiche tali da assicurare equilibrio e armonia. E una riconoscibilità che costituisce quello “stile Sandrone” apprezzato in tutto il mondo. Ultimo, significativo esempio, i 97 e 95/100 assegnati da Wine Spectator all’annata 2000 rispettivamente del Cannubi Boschis e del Barolo Le Vigne e 100/100 di Galloni per il Barolo Le Vigne 2010.